Language: de en it pl pt-br ro

Dimensionamento delle partizioni ed esempi

Per i normali usi raccomandiamo ext4, che è peraltro il filesystem predefinito di siduction.

I dischi vengono partizionati e/o formattati con il gestore delle partizioni GParted. Il programma ha un'interfaccia grafica ed è facilmente comprensibile.

Gparted può anche ridurre o spostare partizioni come pure manipolare partizioni NTFS (con un accorgimento particolare: una volta modificata la partizione NTFS dovete riavviare immediatamente prima di fare qualsiasi altra operazione). Leggete la documentazione completa per gparted. Le modifiche alle partizioni NTFS possono essere eseguite anche con strumenti proprietari come Partition Magic ™ e Acronis™.

SALVATE SEMPRE I DATI PRIMA DI MODIFICARE LE PARTIZIONI!

Se una partizione è montata, smontatela, incluso lo swap, con un click del tasto destro del mouse sulla sua icona in gparted oppure mediante terminale. Per esempio:

umount /dev/sda1

La partizione di swap può essere smontata in un terminale con:

swapoff -a

In linea di massima, 5 GB sono più che sufficienti per un'installazione su disco fisso, ma non sarete molto contenti con questa configurazione. Un'installazione ragionevole dovrebbe disporre come minimo di 12 GB di spazio. Per chi è un novizio di Linux suggeriamo soltanto 2 partizioni per iniziare (root/home e swap) in quanto ciò semplifica un po' la prima installazione, ma successivamente è utile creare partizioni aggiuntive per una /home a sé stante e per i dati.

Se il vostro dispositivo è un portatile richiedente talora una sospensione o un desktop con poca RAM (1 GByte o meno), dovreste avere sempre una partizione di swap (equivalente al file di swap di windows, ma molto più efficace). Per un utilizzo normale, la partizione di swap dovrebbe essere pari al doppio della quantità della RAM. Dispositivi con 4 GByte o più di RAM, peraltro, non richiedono necessariamente uno swap.

Per lo scambio dei dati con un'installazione Windows dovreste usare vfat (fat32) o ext2, per il quale è disponibile un apposito driver per MS Windows™ (XFS non è supportato). Ext2 Installable File System For MS Windows e anche Writing on NTFS partitions with ntfs-3g.

È cosa saggia assegnare dei nomi alle partizioni per futuro riferimento.

Ecco alcuni semplici esempi per partizioni di differenti dimensioni:
1 TB per il doppio avvio MS Windows e Linux
Disk Size Filesystem Mountpoint/System
sda1 50 GB NTFS MS Windows System
sdb1 100 GB ext4 / (includes home)
sda3 300 GB FAT32/ext2 Data for MS Windows System and Linux
sda2 550 GB ext4 Data for Linux
sda4 2 GB Linux Swap Linux Swap
120 GB per il doppio avvio MS Windows e Linux:
Disk Size Filesystem Mountpoint/System
sda1 30 GB NTFS MS Windows System
sda2 20 GB ext3 /
sda3 20 GB ext3 /home
sdb1 48 GB FAT32/ext2 Data exchange MS Windows and Linux
sda4 2 GB Linux Swap Linux Swap
60 GB per il doppio avvio MS Windows e Linux:
Disk Size Filesystem Mountpoint/System
sda1 24 GB NTFS MS Windows System
sda2 10 GB FAT32/ext2 Data for MS Windows and Linux
sda3 10 GB FAT32/ext2 Data for MS Windows and Linux
sdb1 14 GB ext4 / (includes home)
sda4 2 GB Linux Swap Linux Swap
Disco fisso da 200GB:
Disk Size Filesystem Mountpoint/System
sda1 20 GB ext4 /
sda2 20 GB ext4 /home
sda3 158 GB ext2/3/4 data
sda4 2 GB Linux Swap Linux Swap
Disco fisso da 160GB:
Disk Size Filesystem Mountpoint/System
sda1 20GB ext4 /
sda2 20GB ext4 /home
sda3 59GB ext4 data
sdb1 59GB ext4 data
sda4 2 GB Linux Swap Linux Swap
Generalità

Vi sono molti modi di partizionare i vostri dischi. Gli esempi sopra riportati dovrebbero esservi sufficienti per iniziare.

È cosa sensata acquistare un disco esterno USB per farvi regolarmente il backup dei dati nel caso succedesse qualcosa ai vostri dischi fissi. Se utilizzate il doppio avvio con MS Windows™, mettete sempre Windows sulla prima partizione del primo disco.

Per altre opzioni di partizionamento leggete Partizionamento LVM - Logical Volume Manager e Installare su partizioni criptate - cryptroot.

Content last revised 18/04/2012 - 1301 UTC